LA PIRAMIDE DI CARTONE

SOGNO DI STANOTTE

Un gruppo di umani saliva su scatole di cartone. Si affannavano per arrivare in cima e non era affatto semplice perché gli scatoloni si muovevano e si rischiava di cadere di sotto!

Era Capodanno.

Ad un certo punto qualche scatola si apriva e si vedeva il contenuto: cibo industriale, wurstel, hot dog, roba fritta, un odore nauseabondo usciva da lì ma tutti continuavano a salire! Un ragazzo in particolare voleva arrivare in cima perchè c’erano le ciambelle di Homer, le sue preferite!

Ma, ad un certo punto, da sotto, iniziavano a spruzzare olio bollente che colpiva le gambe degli scalatori che iniziavano a cadere rovinosamente!

SIGNIFICATO

Innanzitutto non è la prima volta che sogno il Capodanno, che secondo me rappresenta l’UNICO e vero RoshHaShanà, quello del suono dello Shofar che annuncia il Messia ebraico e di conseguenza i dolori del parto del popolo eletto.

In questo sogno accadevano altri fatti ed io ero molto molto addolorata, piangevo mentre intorno a me la gente cieca festeggiava.

LE SCATOLE DI CARTONE.

Una sorta di piramide del consumo su cui gli umani salgono credendo ci sia una cima, un punto di arrivo, mentre in punta l’essere umano diviene egli stesso PRODOTTO commerciabile. Fritto.

IL CIBO INDUSTRIALE.

Simboleggia un prodotto di scarsa qualità che riempie la pancia ma non nutre. È il vizio umano che compra e compra per riempire i vuoti della propria esistenza senza davvero soddisfare. È la dipendenza da consumo che si contrappone ad una vita sana, equilibrata e apparentemente povera.

Meditate gente.

Canale Telegram: t.me/ayahuascaforfreedom